MONDIALI GERMANIA 2006: la Spagna rimonta contro una buona Tuinisia, vince 3 a 1 e si qualifica agli ottavi.

scritto da juzdongivaphuck il 20 June 2006 | Ancora nessun commento | in: Mondiali

La Spagna vince 3 a 1 contro la Tunisia nel Gruppo H dei Mondiali di Germania 2006 e si qualifica agli ottavi di finale; niente di pià semplice, ma nella pratica il cammino della Spagna è stato molto più duro del previsto, con le Furie Rosse sotto per ben 70 minuti, ma quando sembrava mettersi male ci pensa il redivivo Raul prima a sistemare tutto e Fernando Torres poi, firma la vittoria.

Dopo lo schiacciante 4 a 0 rifilato all’Ucraina i favori del pronostico sono tutti per gli iberici che sembrano lanciati verso la qualificazione e verso un gran Mondiale, ma la partita inizia in maniera del tutto inaspettata; passano 8 minuti e c’è il vantaggio tunisino confezionato da Jaziri (già a segno contro l’Arabia Saudita) e segnato da Mnari.

Spagna tramortita letteralmente dall’avvio degli avversari; ma gli spagnoli non demordono e si buttano subito in avanti alla caccia del pareggio; tuttavi gli attacchi sono disordinati ed un ottima Tunisia si può limitare a cercare le ripartenze amministrando il punto di vantaggio.

Unico vero brivido ad un minuto dal termine del primo tempo quando il difensore spagnolo Pablo di testa su un calcio d’angolo indovina l’angolina; sulla linea di porta c’è però Ayari che salva il risultato.

Nella ripresa Aragones propone subito una squadra diversa con Raul che è chiamato a salvare la patria e Fabregas che sostituisce Senna.

Inizialmente non sembra che queste mosse del ct spagnolo sortiscano grandi effetti, dato che la Tunisia continua a giocar bene e a tenere in scacco gli spagnoli, ma al 71′ minuto arriva il pareggio: Joaquin (entrato anche lui nella ripresa) imbecca in area Fabregas (ottima la prova del dicianovenne talento dell’Arsenal) tiro e respinta del portiere tunisino Boumnijel, sul pallon si avventa Raul ed è pareggio. Grande rivincita per il capitano del Real Madrid.

Passano cinque minuti e su un errore clamoroso del portiere tunisino nasce il goal del vantaggio spagnolo messo a segno da Fernando Torres. La partia è finita; c’è solo il tempo per un rigore assegnato alla Spagna nei minuti di recupero che El Nino Torres trasforma diventando così l’attuale capocannoniere dei Mondiali di Germania 2006.

La Spagna è agli ottavi, tutto sommato meritatamente, la Tunisia però ha giocato alla pari di avversari molto più forti.

TABELLINO:

SPAGNA-TUNISIA 3-1

SPAGNA: Casillas, Sergio Ramos, Pablo, Puyol, Pernia, Xabi Alonso, Marcos Senna (1′st Fabregas), Xavi, Luis Garcia (1′st Raul), Villa (11′st Joaquin), Torres. Allenatore: Aragones.

TUNISIA: Boumnijel, Trabelsi, Jaidi, Haggui, Ayari (13′st Yahia), Namouchi, Mnari, Nafti, Chedli (35′st Guemamdia), Bouazizi (12′st Ghodhbane), Jaziri. Allenatore: Lemerre.

ARBITRO: Simon (Brasile).

RETI: 8′pt Mnari, 26′st Raul, 31′st Fernando Torres, 46′st Fernando Torres (rig.).

Post correlati

I commenti per questo articolo sono chiusi.

Torna su