La storia dei mondiali di calcio: statistiche e curiosità

scritto da Anto il 27 November 2009 | Ancora nessun commento | in: Mondiali

Coppa del Mondo FIFA

I Mondiali di calcio del 2010 in Sud Africa sono ormai alle porte ed è l'occasione per ripercorrere la storia di questo popolarissimo evento a partire dal 1930, anno in cui l'Uruguay ne ospita la prima edizione. Prima di raccontare nel dettaglio ciascun torneo, è interessante capirne le origini, l' evoluzione e dare uno sguardo al trofeo più ambito del panorama calcistico: la Coppa del Mondo FIFA.

Come anticipato, il primo campionato mondiale di calcio venne disputato in Uruguay dal 13 al 30 luglio 1930, per volontà dell'allora presidente della Federazione Internazionale delle Associazioni Calcistiche, Jules Rimet. Da allora i Mondiali di calcio sono stati disputati con cadenza quadriennale tranne che in due occasioni: il 1942 e il 1946 quando il torneo non venne disputato a causa della seconda guerra mondiale.

In onore del suo fondatore, dal 1930 al 1970, il campionato venne denominato Coppa del Mondo Jules Rimet. Solo dopo il 1970, la competizione acquisisce la denominazione odierna di Coppa del Mondo FIFA. In quest'anno infatti, il Brasile venne incoronato per la terza volta campione del mondo e, secondo il regolamento, gli fu consentito di entrare definitivamente in possesso del trofeo. Nasce quindi l'esigenza di creare una nuova coppa e per l'obiettivo vennero visionati ben 53 modelli differenti e la scelta cadde sulla creazione dello scultore italiano Silvio Cazzaniga.

La nuova coppa è alta 36 cm, fatta di oro 18 carati e pesante 6.175 grammi. La base contiene due fasce di macheliche (una pietra semi-preziosa) e nella parte inferiore sono incisi i nomi e l'anno delle Nazionali che si sono imposte nel campionato dal 1974. Gazzaniga descrisse la sua creazione così:

"Le linee nascono dalla base, risalendo in spirali, fino a stringere il mondo. Le figure rappresentate sono due atleti che esultano nel momento della vittoria."

Fino al 2006 la nazione vincente aveva l'onore di ospitare il prestigioso trofeo fino all'edizione successiva e, al momento del ritiro ne riceveva copia laminata in oro. Dal 2006, a causa delle ingenti spese sostenute per la riparazione del trofeo dovute ad ammaccature e graffi vari, la FIFA decide che la coppa rimane in possesso della nazione vincente solo nelle due ore successive all'assegnazione del trofeo, sotto stretta sorveglianza. Il trofeo originale è quindi custidito nella sede della FIFA in Svizzera.

Grazie alla costante espansione della popolarità e della passione nei confronti del gioco del calcio, rispetto alla prima edizione, il campionato coinvolge un numero sempre maggiore di squadre; si è reso quindi necessario organizzare un lungo torneo di qualificazione per definire le partecipanti alla fase finale. Storicamente, il numero delle squadre ammesse a tale fase era sedici; per ragioni geopolitiche ed economiche questo limite è stato innalzato successivamente a ventiquattro nel 1982, fino alle attuali trentadue Nazionali, a partire dal 1998.

Ad oggi, la squadra che ha vinto più volte il titolo di Campione del Mondo è il Brasile con 5 vittorie (1958, 1962, 1970, 1994, 2002), seguita dall'Italia con 4 ( 1934, 1938, 1982, 2006) e dalla Germania con 3 vittorie ( 1954, 1974, 1990, le prime due come Germania Ovest). A queste seguono  Argentina e Uruguay (2 volte ciascuna, rispettivamente nel 1978 e 1986 e ne 1930 e 1950), Inghilterra e Francia (1 vittoria ciascuno, rispettivamente nel 1966 e nel1998). Il Brasile è anche l'unica Nazionale che vanti 18 partecipazioni su 18 edizioni del torneo.

Nel nostro viaggio noteremo come ciascun campionato del mondo sia condizionato dal periodo storico e culturale in cui vive. Sarà quindi ancora più affascinante raccontarlo, non perdendo di vista questi aspetti e avendo un occhio di riguardo nel confronti della nazionale campione in carica: l'Italia.

Tutte le edizioni dei Mondiali di calcio

Tutte le informazioni sui Mondiali 2010:

Post correlati

Puoi essere il primo a commentare!

Lascia un commento

Personalizza il tuo avatar! Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

Torna su